Questo sito utilizza i cookies e le variabili di sessione per migliorare la tua esperienza di navigazione offrendoti un servizio personalizzato. La navigazione sul nostro sito ne comporta l'automatica accettazione. Per ottenere ulteriori informazioni, ti invitiamo a prendere visione della nostra Cookie Policy.



Itinerari. Alla scoperta delle montagne albanesi

Dove: Kelmend; Albania

ChiConsorzio "Frima e Kelmend"

Tre ragazze dell’Info Point sono l’esempio di un progetto che ha coinvolto 3000 famiglie

3star
 
L'Albania è di moda. La valle di Kelmend, nel nord dell'Albania, è una delle ultime scoperte degli esploratori di natura incontaminata, paesaggi aspri, sentieri da percorrere a piedi, a cavallo, in mountain bike, soste in guest house famigliari, ricette antiche, feste contadine, con musiche e balli in costume, da maggio a settembre.

Al centro c'è la cittadina di Tamare, base del Consorzio "Frima e Kelmend" con il suo progetto di sviluppo rurale integrato, che ha coinvolto più di tremila abitanti ed è oggi sotto gli occhi dei turisti che arrivano numerosi. Qui  si trovano Informazioni e mappe, e tutt'intorno si esplorano grotte, fortezze, cascate, canyon, alpeggi, frutteti e laboratori di frutta o latte, botteghe di artigiani del legno e tessuti, i ristoranti dove si cucinano stufati di pesce, fonduta di formaggio e patate, carni allo spiedo, le vette di Pojence, case di pietra e fienili di legno e paglia.

 A Tamare, Drita, Stela e Arjeta sono le gestrici dell'Info Point: organizzano trasporti, gite, pernottamenti, assaggi e visite non solo nel Kelmend, ma in tutta l'Albania, con tour operator e guide, per tutti i gusti.
Le ragioni per fare un viaggio con loro, sono almeno tre: prima di tutto, è un modo per premiare un progetto eccezionale. Secondo, non ci si deve preoccupare della logistica perché organizzano tutto. Infine, è un modo certo per fare un viaggio personalizzato, con la libertà di arrampicare o dormire al sole, tuffarsi nei laghi o fare quattro chiacchiere con la gente nei caffè dei paesi.

 Per esempio, in cinque giorni, partendo dall'aeroporto di Tirana in pulmino con la guida, si naviga sul lago di Scutari, si pranza con meze, tave e trote, si visita il castello Rozafa. Nel villaggio di Tamara si assaggia il miele appena uscito dagli alveari, si prende un caffè con i dolci, si visita la fabbrica di birra o si comprano la grappa alla genziana marmellate e sciroppi di fichi, mirtilli, prugne, corgnolo, cotognata. Per finire con una cena a base di carne di agnello, formaggio di capra, patate di Vermosh, jogurt di pecora, verdura fresca e una notte nella deliziosa guest house Jerina.
Il secondo giorno è dedicato al villaggio di Selce, alla chiesa di San Nicola, alla cascata Sllap, salendo tra piante di corniolo, alberi di noce, e noccioli, fino al bellissimo alpeggio di Jeshnica, dove Astrit Pllumai ospita e cucina con i prodotti del suo alpeggio,
Il viaggio prosegue sulla strada da Jeshnica, a piedi o in auto: viste mozzafiato sul monte Trestomalit, grandi spazi all' alpeggio di Greben, silenzi e bagni al canyon di Gercara, caffè nella piazza del paese con gli abitanti a Vermosh, incontro con un'esperta di erbe locali a Lepushe, il villaggio più alto delle Alpi albanesi. Si passano le serate a sentire leggende sotto le stelle, nelle guest house in pietra e calce di Prele e Antonio Vuktilaj, circondata dai prati. O alla guest house Alpin, una deliziosa villetta che Luigi Cekai ha attrezzato per i visitatori, con prodotti tipici da assaggiare e gite organizzate con le guide.
Da non perdere: il secondo sabato di agosto, la festa degli alpeggi Logu i Bjeshkeve, con l'incoronazione di Miss Bjeshkeve. Una festa antichissima in cui tutte le donne del Kelmend gareggiano per bellezza, eleganza, portamento, con danze, canti, cerimonie e persino prendendo l'acqua dal pozzo. Nel villaggio di Lepushe, tutti sono coinvolti, si mangia, si balla, si ascolta musica, secondo le tradizioni.

Da quest'anno, i trekking sono organizzati anche con le guide italiane di Walden, che portano dal Lago di Scutari alla valle di Teth, oppure nella valle del Velmosh per un anello fino a Tamara, passando per cascate, castelli, risorgive, vallate, fino al Montenegro o nel Kelmend per due o tre giorni di escursioni (http://www.waldenviaggiapiedi.it/).

Info:
Zyra e Informacionit Turistik, Tamare, Kelmend, Malesi e Madhe, Albania.
Mob. 00355 694724658
info@kelmend-shkrel.org
www.kelmend-shkrel.org

Cosa le donne devono sapere per lavorare nei nuovi turismi  
Come il turismo responsabile serve alle donne 
Dove andare per viaggiare con le donne in mente