Questo sito utilizza i cookies e le variabili di sessione per migliorare la tua esperienza di navigazione offrendoti un servizio personalizzato. La navigazione sul nostro sito ne comporta l'automatica accettazione. Per ottenere ulteriori informazioni, ti invitiamo a prendere visione della nostra Cookie Policy.



Etica

 
 

GRT fa comunicazione.
S
u un tema tanto positivo quanto ignorato: l’occupazione femminile nel turismo.
Lo fa seguendo dei valori etici,
fondati sulla coscienza dei diritti delle donne.
Lo fa con progetti di visibilità,
con proposte basate sulle necessità che emergono nelle diverse realtà.
Lo fa con la massima diffusione possibile,
per sensibilizzare a tutti i livelli, secondo gli obiettivi del Terzo Millenium Goal e di Women in Tourism Empowerement Programme. Lo fa studiando i Criteri di genere. Lo fa generando valore sociale.
I viaggi, gli esempi, le esperienze pubblicate sul sito GRT sono scelti con un unico metro: l’alto livello di qualità, rispetto, rafforzamento, condivisione, partecipazione, lotta agli stereotipi, nell’occupare le donne
.

Gli esperti e i partner dell’Associazione GRT coordinano diverse iniziative, di scelta di Criteri, formazione, studio, comunicazione, consulenza alle politiche, utili a rafforzare il ruolo femminile nel turismo.

GRT cerca e pubblicizza solo le migliori iniziative femminili, in cui i turisti viaggiano/fanno esperienze, formano piccole realtà di artigianato, ospitalità, enogastronomia, in rete tra loro in una “filiera virtuosa”, che valorizzino la cultura locale, ovvero che seguano regole etiche, sociali, economiche attente al genere ed al turismo responsabile.

Queste caratteristiche corrispondono ai Criteri scelti dalle esperte (per esempio il numero di donne e di ruoli dirigenziali, il recupero di tradizioni ecc).

Peer Learning
In un campo in cui, più che ricerche e protocolli, ci sono tante realtà diverse nel mondo, è tanto più essenziale uno scambio orizzontale di conoscenze, il “peer learning” della relazione paritaria in un gruppo. Il gruppo, in questo caso, sono donne e uomini che lavorano nel turismo con una visione avanzata dello sviluppo delle comunità. Sono loro ad aver inserito il tema del genere nei loro progetti, perché hanno constatato sul campo che, dove le donne sono più e meglio coinvolte, tutta la comunità è avvantaggiata.

Possiamo parlare di un vero movimento, che si sta attivando in risposta a quattro constatazioni universalmente riconosciute: il crescente interesse dei turisti per la responsabilità, il maggiore grado di sviluppo dei Paesi in cui le donne sono più occupate, la qualità del lavoro femminile, la disparità nel coinvolgimento di uomini e donne nei processi del turismo.

Questi dati di fatto sono anche alla base del nostro lavoro: lo scambio orizzontale delle conoscenze, l’interesse dei turisti, la valorizzazione delle qualità delle donne, sono le chiavi del successo dei progetti nel turismo.

Gender Responsible tourism è un’ Associazione la cui stessa ragione di esistere è il mezzo che usa, cioè un sito che propaga ideali etici e sociali su un mercato che esiste e che deve diventare più giusto. Siamo quindi un Magazine che dà voce sia a imprese, sia a organizzazioni senza scopo di lucro, purchè condividano la nostra stessa finalità etica.

Valore sociale
Perciò GRT è un “generatore di valore sociale”. Infatti favorisce la crescita di idee imprenditoriali che affrontano i problemi di interesse generale dello sviluppo e dei diritti, e vivono della vendita di prodotti e servizi sul libero mercato, coniugando sviluppo e innovazione, occupazione e sostenibilità, finalità sociali ed ambientali, occupazione e crescita, con un ottica di genere.

Nuovo Mercato
I progetti che vogliamo far emergere formano secondo noi un nuovo mercato, in cui domanda e offerta, nuovi turisti e talento femminile, coincidono. E’ un rapporto economico che inserisce un approccio di genere in una nuova moralità del turismo, basata sulla collaborazione di pubblico e privato, di profit e non profit, di grandi industrie e di piccole iniziative locali. E’ un orientamento crescente e vincente, che ottimizza la contaminazione di sistemi in nome della condivisione di valori, di obiettivi sociali, di innovazione, che supera la dicotomia profit / non-profit, in uno spazio del mercato del turismo in cui trovano posto le imprese che mettano al centro i bisogni delle persone e del pianeta

 

Dallo STATUTO

Articolo 3 - Scopo e finalità
3.1 L'Associazione è un ente di diritto privato no profit, ha lo scopo di perseguire esclusivamente le finalità di migliorare quantitativamente e qualitativamente l'occupazione femminile equa nel turismo responsabile. Promuove azioni di sostegno alla parita' di genere e contro ogni discriminazione. Promuove lo scambio tra le culture, le persone, i paesi. Sostiene lo sviluppo del turismo solidale, responsabile e sostenibile.
Svolge attivita' di informazione, sensibilizzazione e divulgazione finalizzata agli obiettivi, tramite il sito www.genderresponsibletourism.org di cui è Editore; tramite tutte le attività che derivano dalla diffusione del sito; tramite la messa in rete delle attività dei soggetti virtuosi che sostengono i principi del turismo responsabile di genere su Internet, sui social networks e su altri mezzi; tramite la raccolta di membri iscritti al network del turismo responsabile di genere (Network GRT); tramite la partecipazione a progetti diversi di altre organizzazioni, associazioni e istituzioni che sostengono la parità di genere e il turismo responsabile; tramite tutte le attività correlate, non solo su internet ma anche in altre forme, che possono scaturire man mano che si sviluppano i progetti istituzionali.

3.2 A tale scopo, l'Associazione può, tra l'altro, -nei limiti dei mezzi patrimoniali disponibili per provvedervi anche convenzionandosi con enti pubblici e con privati-, patrocinare, promuovere, organizzare, gestire -in proprio, per conto altrui, direttamente, con o tramite altri iniziative, campagne di divulgazione, premi, manifestazioni, partecipazione e valutazione di progetti, progetti finanziati, pubblicazioni, formazione, convegni, fiere, attività diverse e servizi per:
3.2.a) promuovere azioni promozionali a vantaggio dei progetti e prodotti equi nel turismo responsabile di genere
3.2.b) sostenere iniziative per lo sviluppo di una maggiore uguaglianza di genere in Italia e nel mondo
3.2.c) realizzare e sostenere azioni, per incrementare la visibilità e la promozione di una rete di soggetti, imprenditori, operatori, attivi con progetti e prodotti di genere nel turismo
3.2.d) sostenere azioni e partecipare a progetti per facilitare l'inserimento lavorativo e sociale delle donne nel turismo in Italia e nel mondo
3.2.e) promuove azioni e iniziative di scambio e diffusione di buon pratiche e linee guida, tra la rete di soggetti occupati nel settore del turismo responsabile e delle pari opportunità;
3.2.f) reperire i mezzi finanziari occorrenti per perseguire le proprie finalità istituzionali, anche mediante il contributo dei membri del Network GRT, mediante il contributo al sostegno al sito di altri progetti di turismo responsabile e di altri soggetti, e mediante la partecipazione a progetti europei e regionali
3.2.g) realizzare azioni a favore dello studio di criteri equi di genere nel turismo
3.2.h) realizzare azioni a favore della rappresentanza e dell'eccellenza di donne nel turismo solidale, responsabile e sostenibile
3.2.i) realizzare iniziative a favore della promozione di prodotti delle comunità locali nel turismo responsabile
3.2.l) progettare a realizzare azioni di formazione verso l'industria del turismo per gli obbiettivi dell'associazione di crescita occupazionale femminile.

Cosa le donne devono sapere per lavorare nei nuovi turismi  
Come il turismo responsabile serve alle donne 
Dove andare per viaggiare con le donne in mente