Saperi della nonna e giardini sul Garda

Dove: Garda (Veneto)

Chi: B&B Baldo Garda

25 b&b quasi tutti di donne per preservare la memoria storica

Erbe rare, lenzuola ricamate, sport sulle colline, ma anche leggi e formazione: la storia di un'associazione raccontata dalla fondatrice, con novità e consigli utili. Una Rete, l' Ospitalità Baldo Garda, di venticinque case sul lago e in campagna. L'ultima novità è un corso di aggiornamento per attività di ospitalità, che ha avuto subito successo e si tiene a Verona. La finalità di aiutare le attività

Maria Teresa Gilardi, gestrice di uno dei b&b, è un nome noto nei paesi intorno a Baldo Garda: non solo è stata sindaco, ma ora è una delle organizzatrici dell'Associazione Ospitalità Baldo Garda. La sua è una visione a 360 gradi e la storia di questo gruppo può essere utile a molte. Eccola punto per punto. Come siete nati? In molti da tempo cerchiamo di valorizzare il nostro territorio. Unendo l'idea del patrimonio architettonico al desiderio di molte casalinghe di lavorare, si è pensato di sviluppare una rete di b+b. Abbiamo fatto incontri per motivare le persone e attirare i turisti, abbiamo organizzato formazione sulla sicurezza alla Asl e studiato le leggi sui b+b, poi sono venuti lo statuto, il direttivo, scadenze, rinnovi, assetto, votazione, tutto sulle nostre forze. E' stato importante formare una rete per migliorare il servizio. Ora pensiamo a corsi di cucina, ricette, recupero del patrimonio, degli strumenti di un tempo.

Quali le leggi? In Veneto la legge sul turismo è in gestazione. Era stata fatta con pochi vincoli per far lavorare le donne, dare un aiuto al genere. Per le nostre piccole esigenze speravamo in una legge che ci permettesse, per esempio, di confezionare torte da offrire a colazione. Invece per ora la legge non è stata fatta e temiamo che ci sarà un inasprimento verso i piccoli. Infatti il settore alberghiero si oppone all'extra alberghiero, chiedendo controlli e mille vincoli. Quali idee al femminile? Il recupero dei saperi delle nonne, l'idea della casa come accoglienza all'antica, come memoria storica. Per esempio, alcune donne ricamano e tutti potremmo usare lenzuola ricamate, alcune raccolgono ricette ormai sconosciute. La cura e i saperi diventano occasione di reddito integrativo. L'idea in più? Un itinerario ambientale da un giardino all'altro, dall'Orto Botanico di Navezza ai mini orti delle case.

Info: Nell'entroterra del Lago di Garda, l'ambiente è intatto, ci sono paesi conservati, come Caprino Veronese, si va a cavallo tra i prati o in bicicletta su itinerari attrezzati, tra lago e montagna. Ma il gioiello raro che attira decine di botanici è il Giardino dei Semplici, o Giardino delle piante dei giardini d'Europa, come lo aveva chiamato 500 anni fa Calzolari, il primo a censire piante del Monte Baldo come millefoglie e digitale. L'idea del Giardino dei semplici, le erbe in cucina e nell'orto, sono una delle attrazioni dell case dell'associazione. Infatti ognuno ha un orto e una piccola raccolta di erbe rare, organizza e suggerisce percorsi e corsi, cucina e cultura. Le case sono curate e tutte con un'impronta di semplice eleganza, alcune nei paesi ed altre in campagna. Prezzi: da 25 a 35 euro a persona con prima colazione.

INFO

www.bedandbreakfastbaldogarda.it



Rimani aggiornato

Iscriviti alla Newsletter
La Guida delle Libere viaggiatrici
Partecipa in GRT
Facebook

Cosa le donne devono sapere per lavorare nei nuovi turismi  
Come il turismo responsabile serve alle donne 
Dove andare per viaggiare con le donne in mente